Differenza tra capacità personali e variabili

campione del mondo

Ecco come ho scoperto a non farmi coinvolgere emotivamente da un fallimento, tenere duro durante i periodi più bui e arrivare finalmente a godermi il premio ambito

Sembra un titolone da prima pagina sui quotidiani più di spicco per vendere pubblicità.

In realtà è un titolo che vuole aiutare tutte quelle persone serie, che amano fare affari immobiliari, a superare alcune difficoltà che si incontrano durante il cammino.

Molte persone incominciano entusiaste il percorso degli affari immobiliari.

Fanno un corso.

Scendono in strada.

Primo calcio in culo.

Secondo calcio in culo.

Terzo calcio in culo.

Vabbé, hai capito come funziona.

Partono entusiasti e senza timori verso il nemico ma ad un certo punto del percorso, mollano. Lasciano andare tutto per colpa di un fallimento.

A parte i calci in culo, che è una metafore semplicissima e che rende chiaramente l’idea che la strada a volte fa male,  che a nessuno piace collezionare

  • Magari era una pratica nella quale ci avevano messo tante aspettative
  • Forse era l’unica pratica un po’ decente dopo diverse settimane impegnate nello scavare tra le migliaia di perizie.
  • Probabilmente non hanno retto all’urto del fallimento.

Le difficoltà nel Fare Affari Immobiliari sono principalmente 6 e si dividono equamente in due categorie.

  • 3 Difficoltà legate alle variabili.
  • 3 Difficoltà legate alle capacità personali.

Spesse volte queste due categorie vengono confuse o frullate insieme in un unico beverone che diventa difficile da bere perché ogni sorso risulta eccessivamente amaro. Si finisce di poggiare definitivamente il bicchiere sul tavolo e abbandonare la bevanda dal gusto sgradevole.

Quello che doveva essere un cocktail di ingredienti di successo risulta

Quando questo accade quando il risultato finale inaspettato, mette in discussione la nostra abilità nel cercare di risolvere situazioni complicate e portare a termine un qualcosa. Un’operazione, una trattativa.

E’ normale fare confusione quando non si ha la distinta idea di cosa sta succedendo e fino a che punto siamo responsabili di un successo o fallimento.

Ma cosa rende quella bevanda tanto disgustosa?

Principalmente il mix di idee sbagliate.

Si mischia tutto insieme, il dolce con il salato.

La bevanda non è altro che un mix dell’erronea percezione di cosa è di nostra responsabilità e cosa non lo è.

E molte volte sono cose al di fuori dalla nostra portata a non far andare per il verso giusto le cose ma tendiamo a dare a noi stessi la colpa dell’incapacità di ottenere un risultato positivo.

Chiarisco che ci saranno situazioni che finiranno bene o male in cui avremo piena responsabilità. Mentre in altre, saremo completamente sollevati da quelle responsabilità nell’essere capaci o meno nel fare una cosa perché interverranno degli agenti esterni al di fuori del nostro controllo.

Quando accade, non ci puoi fare niente. Rimani sereno e cosciente del fatto che non è colpa tua, ma hai semplicemente incontrato una variabile.

La cosa importante è essere coscienti di dover fronteggiare due categorie di difficoltà.

La prima categoria sono le difficoltà oggettive legate alla persona:
Se le comprendi a fondo, ti stupirai che esiste un sistema efficace per superarle SEMPRE. Anche perché queste difficoltà sono sempre le solite e le puoi affrontare sistematicamente.

La seconda categoria, sono le difficoltà soggettive legate ad eventi esterni, le variabili:
Esistono anche le “difficoltà” variabili, che alla fine non sono difficoltà. Sono semplicemente variabili che devi saper gestire e capire quando è meglio lasciare perdere.

E adesso te le vado ad elencare…

1. I debiti dell’esecutato

Non sono una difficoltà, sono una variabile.
Se sono impossibili da risolvere, amen.

Non fartene una colpa.

  • Non è un tuo difetto o una tua incapacità di successo ma è una situazione dove nemmeno il più abile degli stralciatori sulla faccia della terra dal mantello rosso, avrebbe portato a casa.

E’ una situazione al di fuori della tua sfera di gestione.

Non preoccuparti perché non sei tu quello sbagliato, sfigato o altro.

Sii grato di non dover perdere tempo dietro ad una causa inutile per poi prendere botte in faccia più forti.

2. Il numero dei creditori

Anche questa è una variabile al di fuori delle tue “capacità”.

Di solito gli esecutati non sanno i debiti che hanno e approssimano dei numeri che sono poi da verificare successivamente.

Se ci sono molti creditori, amen. Piuttosto valuta l’asta.

3. La concorrenza alle aste

Valutare l’asta perché ci sono molti creditori porta a questa conseguenza.

La presenza di molte altre persone per accaparrarsi lo stesso immobile.

Anche questa è una variabile e non la puoi programmare.

Esistono poi le 3 difficoltà sulle quali hai pieno controllo e devi sapere gestire con la massima efficacia, altrimenti il fallimento è determinato da te e dalle tue capacità.

La cosa negativa è che sono a carico tuo. La cosa positiva è che le puoi correggere.

1. Comunicare e connettersi con l’esecutato e farsi dare la delega

Al di là dei pazzi, c’è un buon 60% di persone che è disponibile ad ascoltare quello che hai da proporre.
Però non tutti hanno le stesse orecchie per ascoltarti.

Noi tutti parliamo e ascoltiamo in modi diversi.

Nessuno è uguale all’altro se non per macro gruppi.

Ed è li che entrano in campo le tue capacità comunicative per portare la persona con il problema a sviluppare piena fiducia verso di te.

Diversamente ti ritrovi a parlare una sola lingua, la tua, con persone che arrivano da nazionalità diverse e solo chi capisce il tuo linguaggio accetterà di affrontare la battaglia al tuo fianco.

Tutti gli altri, non hanno capito. Questo non significa che non erano intenzionati a risolvere, ma che non gli sono arrivate le informazioni nel modo corretto per accettare la tua proposta.

Se vuoi un esempio pratico di cosa sto dicendo, puoi ascoltare questo podcast specifico sui 12 tipi di esecutato. Clicca qui.

2. Trattare con i creditori

Come detto più volte, i creditori non sono strutture fredde di cemento… ma persone.

Anche se hai a che fare con la banca, quella struttura è formata da persone che puntano al budget, alla carriera e a mantenere salda la sedia sotto il culo.

  • La bella cosa è che le stesse motivazioni che ti ho detto sopra che spingono a NON accettare una proposta perché è perdente, se stimolate e maneggiate nel modo giusto, possono divenire i tuoi più fedeli alleati quando presenterai loro una proposta decente che li mette in una posizione di rischia tutto.

Mega direttoreSe una proposta è motivata con i giusti crismi, al di là delle solite quattro righe fredde che non connettono un cane con un gatto, riesci a creare un collante tra il loro problema di recuperare e il tuo metodo certo di incasso.

Laddove prima era un NO secco ora è l’unica possibilità nelle loro mani per fare bella figura con il comitato d’assemblea, il mega iper direttore gran figl di putt generale e gli investitori.

3. Avere strumenti potenti di persuasione efficace

Non parliamo di formule magiche, riti voodoo o strumenti particolari per manipolare furbescamente la persona e forzarla ad accettare un qualcosa che non vuole.

Al di là della forzatura scorretta e più delle volte mai vincente, parlo di un metodo educativo efficace che spinga spontaneamente l’esecutato ad affidarsi completamente a te.

Un sistema di educazione continua che rompa tutti i dubbi e le domande dell’esecutato e che lo facciano cadere tra le tue braccia come una donna innamorata.

Raccogliere il numero più elevato di fatti, testimonianze, casistiche per poter uccidere eventuali consigli inutili dell’avvocato inesperto o dell’amico del bar sotto casa.

Non puoi comunque buttarti e farlo da zero senza seguire un filo logico perché è necessario sapere cosa fare per evitare di cadere nell’errore di esagerare troppo e diventare incredibili.

Queste 3 ultime difficoltà appartengono a te.

Possono rimanere come tali oppure lavorare su te stesso per migliorarle decisamente e diventare un guru degli affari immobiliari e negli stralci ed evitare di sbagliare.

Lo so, avevo detto che erano tre ma c’è n’è una quarta.

Una che più di tutte vale lo sforzo.

4. Evitare la concorrenza fin dal principio

Una delle capacità che puoi sviluppare è la conoscenza di poter arrivare a mettere le mani su affari immobiliari che altri, SOLO si sognano.

Arrivare mesi prima ad avere a che fare con l’esecutato e seguirlo con un processo educativo che ti ho spiegato prima, ti da un enorme vantaggio su tutti gli altri che busseranno la sua porta. Sempre se ne avranno il coraggio.

Lascia ai principianti le violente lotte al rialzo!

Fai il salto di paradigma e specializzati in nicchie in cui ci sono difficoltà enormi dalle quali puoi estrarre contanti.

E’ vero che c’è da studiare e forse da investire qualche soldino per conoscere la soluzione.

miniera d oroMa è altrettanto vero che puoi scavarti la tua miniera d’oro segreta. Quella irraggiungibile da tutti gli altri.

Pepite d’oro a tua disposizione.

Il problema è che devi essere disposto a valutare quelle pratiche che altri gettano nel cesso pensando che siano inutili.  Quelle pratiche di saldo a stralcio che stanno aspettando solo te per essere chiuse.

Lo so che sono difficili e che c’è da studiare molto, ma laddove c’è il profitto, quello vero, sta certo che le soluzioni si trovano.

Magari non a tutto, ma vuoi mettere?

Non gettare in fumo soldi certi. inizia a valutare casistiche importanti.

Per tutte le difficoltà poi ci siamo noi… a questo link!

Lascia un commento