Consulenza aste immobiliari

Perché urlare di rabbia, distruggerti il fegato per lo stress e mangiare merda alle aste immobiliari quando puoi saltare la fila e prenderti – ingiustamente – ciò che meriti?

I numeri non mentono mai.

Noi sì.

O forse siamo noi a dire la verità e i numeri mentono.

Difficile a dirsi.

Ho allegato una foto dei risultati che mensilmente riguardano le ricerche d’interesse di chi opera o vuole iniziare a fare questo lavoro.

E’ impressionante le decine di migliaia di richieste che girano attorno al mondo delle aste immobiliari.

Numeri da capogiro.

Significa che il settore è davvero caldo.

In crescita.

Tutto bello, tutto figo… Però c’è un problema.

Queste persone NON cercano come fare uno stralcio, ma vogliono trovare il modo per fare affari immobiliari in asta.

E i perché sono sempre i soliti 3:

  • E’ più facile;
  • Ne ho sentito parlare;
  • Ai corsi mi hanno detto così.

Ritorsioni:

  • Concorrenza alle stelle, dimostrata dai numeri;
  • Privati più eccitati di un teenager in uno strip club;
  • Poca possibilità di margine di guadagno, se non nulla.

Ahh i soldi “facili”…

Ma sei sicuro che all’asta sia più facile fare un affare?

Così senti dire in giro.

Così ti hanno tirato nella trappola del corso che ti rende ricco basta che “figa vai, figa compri, figa vendi…”

Ultimamente le aste sono diventate un posto caotico, pieno di gente perché per le persone comuni sono l’agenzia immobiliare dove “trovare case da spendere poco”… per i privati. 

Credo sia più facile comprarsi un immobile con lo stralcio nonostante le difficoltà della pratica che una casa all’asta attraverso l’incanto.

Prova…

Quindi lasciamo perdere tutto?

Assolutamente no.

Dico solo che non è facile diventare un investitore immobiliare, però ci sono delle opportunità anche per te.

Ti racconto una storia.

Immagina un negozio con un prodotto molto atteso dal mercato.

Gente che fa la coda attendendo il giorno del lancio tanto atteso.

Con la bava alla bocca non vede l’ora che si aprano le porte per poter correre agli scaffali e vuotarli nel carrello.

Ma… colpo di scena.

Appena si aprono le porte e le persone si spintonano, e si calpestano, per poter entrare per prime, si presenta davanti a loro uno scenario apocalittico.

– Gli scaffali sono vuoti.

Ma cosa è successo?

Con grande stupore le persone si rendono conto di essere state derubate di un sogno succulento atteso da giorni, mesi.

Puoi immaginare le loro facce??

Io sì, perché le ho già viste molte volte.

Non sapranno mai che tu hai potuto visitare il negozio il giorno prima in via esclusiva, quando era chiuso e riempire il carrello con i LORO prodotti e ad un prezzo inferiore rispetto ai talloncini esposti.

Fare un corso di aste va anche bene perché ti da delle basi, ma per fare il salto di qualità e salutare tutti dall’alto, ti serve altro. Anche se ormai le informazioni sono più o meno tutte uguali e cambia il prezzo.

  • Gli stralci ti offrono quell’ingiusto vantaggio che molti nemmeno si sognano.

Lo so che è Agosto.

Lo so che dovrei andare in vacanza.

Ma l’eccitazione e l’entusiasmo sono steroidi naturali che mi tengono sveglio.

Come fai a perdere tempo in un momento del genere?

Io non perdo un secondo.

Guadagnare con le aste. E’ davvero possibile?

Certo che è possibile ma devi iniziare a metterti il cuore in pace perché ci sono degli ostacoli a cui dovrai fare fronte.

In ordine:

  • Privati
  • Investitori
  • Nuovi investitori usciti dai corsi
  • Improvvisati

Prova a cercare nei tribunali delle aste immobiliari a Milano, Roma, Torino, Napoli.

Queste sono le 4 città maggiori dove ci si scanna come demoni in cerca di un corpo sano da possedere.

Fai una ricerca per le aste nel tribunale di Milano per esempio.

Prendi appuntamento con il delegato alla vendita e poi vai a partecipare ad un’asta che abbia un minimo di senso e vedi.

I privati si stanno letteralmente scannando per acquistare appartamenti all’asta.

Proprio adesso perché il momento sta rendendo facile l’accesso a questo mercato che fino a pochi anni fa sembrava protetto. Esclusivo.

Ora si è aperto a tutti.

Colpa anche delle agenzie immobiliari che hanno trovato un modo alternativo per offrire dei prodotti a sconto ai propri clienti che, diversamente, si dovrebbero accontentare di ciò che è sul mercato con richieste di prezzo astronomiche.

I privati da soli non sono in grado di andare all’asta da soli e cercano un modo a come partecipare all’asta immobiliare.

Si guardano un po’ in giro, cercano di scorgere come funzionano le asta immobiliari, guardano alcuni siti di annunci e quando realizzano che non cavano un ragno dal buco si affidano all’agenzia immobiliare che propone una consulenza apposita.

E’ chiaro che offrire ad un cliente un immobile a 70 che sul mercato vale 100, diventa sicuramente più facile venderlo e piazzare l’affare.

Ma se ti specializzi nel Saldo a Stralcio è un’arma a tuo favore se sai come mettere a punto la strategia.

Il Saldo a Stralcio come strategia per fare soldi

Il Saldo a Stralcio è una tecnica che ti da la possibilità di chiudere un debiti a meno rispetto a ciò che sarebbe dovuto.

E ti garantisco che è l’unica possibilità per te per arrivare prima di tutti i tuoi concorrenti e vincere.

Soprattutto con i privati che conoscono solo le aste come modello di acquisto di case a sconto.

Se riesci ad arrivare PRIMA di tutti, quando ancora la situazione è gestibile, riesci a sottrarre l’affare a chi gli aveva già messo gli occhi sopra.

Sai il gusto di vedere negli occhi di quelle persone, che volevano partecipare all’asta, l’espressione “Ma che cazzo di fine ha fatto quell’immobile?”

A noi è già successo molte volte ed è quasi divertente.

Da un lato addirittura diabolico. Ma chi se ne frega.

Business is business my friend.

O ci fai i soldi tu o ci faccio i soldi io con quell’immobile.

Non esistono quelle cazzate del tipo: siamo colleghi.

Siamo colleghi se guadagniamo insieme.

Se tu guadagni e io no da una certa operazione, non sei un collega ma un concorrente.

Finiamola con queste cazzate da poveri.

Si può collaborare, certo, ma si guadagna insieme. 

Il Saldo a Stralcio come motivo per chiudere affari con le banche

Ricollegandomi al paragrafo precedente, il fatto che i privati si buttino a capofitto sulle aste, da una parte ci danneggia, ma dall’altra ci da forza.

Dipende da come vuoi lavorare.

La parte negativa.

Se i privati partecipano per comprare all’asta è normale che le banche capiscano il giochino del rialzo e non chiudano stralci con noi perché sperano, e sanno, di prendere molto di più all’asta.

Si basano sul fatto che alla fine due persone si ridurranno ad una gara al suicidio spingendo il prezzo dell’immobile all’asta alle stelle.

Non c’entra più l’immobile, il prezzo o altro. Entra il fattore orgoglio.

Lo sguardo fisso negli occhi dell’avversario aspettando il momento in cui abbassa la guardia e sferrare il colpo con la cifra letale che lo butterà al tappeto.

Questo accade nelle zone con alta liquidità come le grandi città che ti dicevo prima… Però l’Italia è una grande provincia.

Vivono oltre 60 milioni di persone in tutta la penisola e solo un piccola percentuale nelle grandi città.

Questo significa che il resto del Paese può essere ai tuoi piedi se solo ti muovi furbescamente e secondo le regole di Stralciando.

La parte positiva.

C’è ne sono due in realtà.

La prima è che le banche si incominciano a rendere conto che esistono due prezzi.

Uno per gli immobili di città importanti e un altro prezzo completamente diverso e con un mercato di acquirenti diverso.

“Te lo scordi che due si uccidono all’asta nel paese di Giovannino Stoppani”.

Lì i prezzi e le valutazioni degli immobili li decidiamo noi, non tu.

La negoziazione con la banca ha più forza ed è più credibile se fatta secondo i crismi di Stralciando e non mandando un’email con 4 righe scannate proponendo un prezzo senza motivarlo. 

Inoltre hai una prova inconfutabile con l’esecutato di turno che si crede che il suo appartamento valga come la reggia di Versailles.

Non tutto il male viene per nuocere se sei un vero investitore immobiliare che sa cogliere l’occasione, leggere i numeri e girarli a proprio favore.

Come fare quindi?

Hai 3 strade:

  • ti iscrivi al Club Stralciando, il primo vero club di investitori immobiliari che ti racconta le cose come stanno e non basta mandare una richiesta stupida ad un gruppo chiuso per potervi accedere. Esiste una selezione alla fonte.
  • vieni ad una delle nostre date del STRALCIANDO TOUR che facciamo due volte l’anno in giro per l’Italia.
  • diventa uno Stralcinsider e collabora DIRETTAMENTE gomito a gomito con noi e poter sfruttare finalmente tutta la nostra esperienza, i nostri strumenti e mezzi di negoziazione più affilati attualmente sul mercato.

Buon lavoro

William

Lascia un commento