Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gattina leone

Perché devi prendere una posizione ed evitare di farti prendere per il culo anche se dall’altra parte hai un avvocato e tu sei nuovo negli stralci

Ieri mi sono imbattutto in un caso molto particolare che a pensarci ancora, mi vien da ridere.

Al momento però non l’ho presa molto bene perché dall’altra parte sentivo di avere una persona che mi stava scagando (prendendo per i fondelli).

Posso capire gli impegni di una persona, soprattutto di un professionista, ma quando inizi a raccontarmi palle e insulti la mia intelligenza, inizio a non vederci più e la mia educazione termina in quel momento. Poi non rispondo più della mia lingua!

Il caso riguarda una telefonata intercorsa con un avvocato di Pavia che per motivi ignoti, si faceva negare nel visionare la documentazione del fascicolo.

mariocelleIl nostro collaboratore, Mario, che è alle prime armi, si è appoggiato a noi per capire come gestire una pratica.

Una situazione interessante dove l’esecutato ha un debito molto piccolo con la banca e il condominio.

Se ci pensi l’esecutato aveva più solo 3 rate di mutuo e lo avrebbe estinto ma la crisi non glia permesso di supportare quelle spese, condominio compreso.

La sua intenzione è di chiudere i debiti, vendere casa e traslocare.

Un lavoro gestito in maniera eccellente da Mario con la supervisione di Carlo. Non avevo dubbi, mi fido ciecamente dei miei soci e non li cambierei con nessuno al mondo.

Preso tutti gli accordi, delega, preliminare e procura e non resta che recarsi dall’avvocato che ha in gestione il fascicolo.

Il nostro amico Mario contatta l’avvocato agli inizi di Dicembre 2015 e l’avvocato, simpatico come un gatto attaccato ai maroni, risponde che è molto occupato e che doveva richiamare dopo l’8 Dicembre.

A parte fare storie con la delega perché pretende una delega notarile che conferma che tu sei tu e non qualcun altro.

E va bene, ma se vengo li con l’esecutato in persona, non ti serve.

Qualche smorfia e si fissa la telefonata per confermare l’appuntamento al 10 Dicembre.

Il 10 Dicembre, Mario chiama l’avvocato che dice di non avere tempo e rimanda l’appuntamento per la visione del fascicolo al 23 Dicembre.

Mario chiama Carlo e esplode tutta la sua incazzatura, con ragione, verso una persona così menefreghista.

redA parte spiegargli cosa vogliamo fare, chiudere la procedura PRIMA dell’asta, l’avvocato si esprime dicendo: non è un problema mio.

Quando sei all’inizio viene difficile gestire personaggi del genere, e credimi sulla parola, è pieno, ma un atteggiamento del genere ti complica l’affare perché al 23 Dicembre, con l’asta al 12 Gennaio e con le vacanze di Natale di mezzo, mi dici come puoi prendere accordi e raccogliere soldi per chiudere il tutto?

Carlo mi dice qual è la problematica e gli chiedo il numero per parlare con l’avvocato e qui di seguito ti posto la nostra conversazione, parola per parola senza alterare una virgola.

Io: Buongiorno Dottor XXX,
sono un collega di Mario per la pratica YYY, capisco che il momento è pieno di impegni vista la vicinanza al Natale e volevo capire insieme a lei quando può avere un minuto per noi per poter visionare il fascicolo.

Avvocato: Come ho già detto al suo collega (il buongiorno è facoltativo), io NON ho tempo fino al 23 di Dicembre e non posso farvi visionare gli atti. Se volete è così, altrimenti non so cosa dirvi

Io: Mi scusi, forse non è a conoscenza della situazione, ma se visioniamo il fascicolo al 23 Dicembre, con Natale di mezzo e l’asta il 12 Gennaio, non abbiamo i tempi tecnici per capire i numeri e mettere in piedi una trattativa con i creditori per chiudere la procedura.

Avvocato: Non è un problema mio! E poi, io a lei, non devo far vedere niente, perché non so chi è!

Io: va bene, se non vuole farlo visionare a noi, lo deve obbligatoriamente far visionare all’esecutato, questo è un suo compito come custode giudiziario e diritto dell’esecutato. Abbiamo fretta e dobbiamo visionarlo il prima possibile.

Avvocato: Ascolti, io sono impegnato fino al 23, se vi va bene è così altrimenti non so cosa dirvi. Ripeto. non è un problema mio!

Io: Ma quanto le costa farci vedere il fascicolo, dobbiamo solo capire se ci sono intervenuti, almeno quello ce lo può dire?

Avvocato: A voi non posso dire nulla, è l’esecutato che deve chiedrmelo.

Io: Va bene, se l’esecutato viene da lei domattina e chiede se ci sono intervenuti, cosa da un secondo, può dirglielo?

Avvocato: Io non posso. Sono impegnato fino al 23.

Inizio a scaldarmi…

Io: Mi scusi, non credo che un secondo non possa essere dedicato a guardare un fascicolo e dire se ci sono intervenuti, probabilmente ci vuole meno tempo a fare quello che stare qui a conversare, non crede?

Avvocato: Ascolti, non è che non voglio è che non posso, sono via fisicamente fino al 23 e il fascicolo deve essere visionato in mia presenza.

Io: E non c’è nessuno che può fare le sue veci?

Avvocato: No, devo essere presente io.

Io: Ascolti, l’esecutato ha fretta e qui stiamo giocando con il culo delle persone. Trovi un secondo!

Avvocato: (mugugna qualcosa) va bene possiamo fare il 21

Incazzarsi al telefono(Apriti cielo)

Io: Mi scusi, un minuto fa mi ha detto che era fisicamente via fino al 23 e adesso è disponibile al 21?

Avvocato: Si sono impegnato in ufficio fino al 23 ma il 21 posso trovare un momento.

Io: Ascolti bene, fino a poco fa mi ha detto che era via fisicamente via fino al 23, poi il 21 adesso è in studio ma è impegnato.

Avvocato: Io non devo rendere conto a lei ne a nessun altro di cosa faccio

Io: Verissimo ma non deve raccontarmi palle, qui si gioca con la vita delle persone! Lunedì siamo da lei e ci lei ci farà vedere il fascicolo.

Avvocato: Io non sono disponibile, il primo momento è il 21. Non insista.

Io: Bene arrivederci, ci sentiamo presto!

Attacco il telefono e chiamo Mario che lo invito a fare una cosa che all’inizio potrebbe essere dura da digerire ma devi avere le palle perché stai facendo le cose con ragione, non scordarlo.

Mario, devi andare in studio con l’esecutato il Lunedì mattina e piantonarvi in ufficio finché non sono stati visionati gli atti e, all’occorrenza, chiamare i carabinieri.

Mario, decide di fare una telefonata preventiva informando l’avvocato che se non ci dava una risposta, saremmo andati in ufficio a pretendere le nostre cose, come ci spetta di diritto, almeno per l’esecutato.

Morale della favola, 15 minuti dopo avevamo la lista degli intervenuti e tutte le informazioni che ci servivano… il 23 un corno!

Adesso ti spiego legalmente perché mi sono permesso di essere duro al telefono.

Art. 328 Codice Penale. Guarda questi due link 1.2.

Il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.
Fuori dei casi previsti dal primo comma, il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio, che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo, è punito con la reclusione fino ad un anno o con la multa fino a milletrentadue euro. Tale richiesta deve essere redatta in forma scritta ed il termine di trenta giorni decorre dalla ricezione della richiesta stessa.

greenAlla fine, non solo abbiamo la lista degli intervenuti, ma li abbiamo già contattati per un incontro preventivo e sono già disposti a trattare perché sanno che prenderanno niente dalla procedura. Tutto al telefono, senza l’esecutato e senza deleghe!

E’ stato facile?
No, nemmeno per me perché non sono proprio il tipo che vuole fare casino ma quando si prendono in giro le persone e si gioca con il culo degli altri, mi altero.

PS: secondo me l’avvocato aveva degli interessi sull’immobile in questione e stava cercando di demotivarci nel fare l’affare.

Buona Stralciata!

WoW

4 Commenti. Nuovo commento

  • ragazzi giuro che ero già pronto a piazzarmi con i ns. clienti nello studio dell dott. ………..

    dotato di termos pieno di caffe’ e non spostarmi da li finché non ci dava le informazioni che ci servivano.

    Ed ora che conosco anche l’art. di riferimento sarò ancora più persuasivo nelle prossime trattative.

    a presto. Mario

  • E’ evidente che l’avvocato avesse interesse.
    Ma non c’è conflitto d’interessi?
    In ogni caso complimenti per la competenza dimostrata, spesso tanti professionisti bluffano, sapendo che la gente non conosce i propri diritti.
    Bravo!

    • S1 The Boss
      03/02/2016 11:24

      Molto probabile.
      Cosa possiamo farci, però?
      L’importante è imparare a non farsi mettere i piedi in testa.
      Sia per i diritti dell’esecutato, sia per la riuscita della nostra operazione.

Devi essere connesso per inviare un commento.
Menu