Partecipa alle nostre Operazioni

Scopri come Investire in Immobili senza competenze, senza esperienza e senza avere tempo libero per cercare le opportunità.

In questo periodo i tassi di interesse sono al minimo storico.

Lasciare i soldi in Banca significa perdere potere d’acquisto.
Anche i conti deposito rendono pochissimo, al di là delle promozioni iniziali per attirare nuovi clienti.
Lasciamo stare i BOT, CCT e roba varia. Una delle ultime aste, tra commissioni, spese e varie, dopo 6 mesi ti davano qualche euro in meno di quanto investito.
Investire in Borsa, con fondi e azioni proposte dai promotori, rende poco, con grande rischio.

Cosa rimane, se voglio far fruttare al meglio i miei soldi?

Fare Trading, e Investire in Immobili.
Il Trading non mi piace, anche se conosco persone che vivono di quello, ma anche tante che hanno perso un sacco di soldi. Quindi non ne posso parlare con competenza.

Investire in immobili è rischioso, in questo mercato molto ballerino, se non sai come farlo.
E non tutti hanno l’esperienza, le competenze e il tempo per trovare e gestire operazioni profittevoli.

Coma fare, quindi?

Puoi investire con chi fa questo lavoro tutti i giorni.
Che ha decine di operazioni chiuse con profitto.
E che ha fatto, all’inizio, tutti gli errori possibili. Ma che ha imparato da queste esperienze, e non li commette più.

In questo modo, puoi avere dei rendimenti impensabili nel mercato tradizionale, a doppia cifra, senza dover crearti l’esperienza necessaria a fare queste operazioni in maniera corretta. Cosa che richiede anni di lavoro dedicato.

Immagina che bello. Puoi fare Investimenti Immobiliari, settore in cui hanno partecipazioni tutti i ricchi, ma

  • senza correre in giro a cercare occasioni,
  • senza dover fare trattative con chi non capisce che il mercato è crollato,
  • senza sporcarti nelle ristrutturazioni,
  • senza code interminabili al catasto e agli uffici tecnici.

Ma con gli stessi utili, stando seduto sul divano.

massimoCiao sono Massimo Giacomone, anche io voglio dare una piccola testimonianza come investitore insieme al gruppo stralciando.

Conosco William, anzi sono suo vicino di casa. Ho deciso di investire insieme a lui proprio per la conoscenza che ci lega e anche per il fatto che se qualcosa fosse andato male sapere esattamente dove abitava. 🙂

A parte scherzi, sono già due volte che investo con loro ed entrambe le volte sono rimasto soddisfatto.

La prima volta l’operazione è slittata di due mesi in ritardo però il ritorno è stato tranquillamente rispettato.

La seconda operazione invece è stata conclusa abbastanza nei tempi e ha prodotto un piccolo utile in più.

All’inizio le paure erano credo quelle di tutti. Cioè dare soldi in mano comunque persone che anche se conosci, hai sempre comunque un piccolo timore se anche in tutta la loro buona fede saranno comunque in grado di ridarti o meno.

Mi sono voluto fidare perché ho visto in William tanta convinzione nel progetto e alla fine mi sono lasciato coinvolgere.

Ad oggi mi sento soddisfatto tant’è che ho già parlato con alcune persone intorno a me perché voglio che anche loro investano insieme a William e al gruppo stralciando.

Mi auguro che vengano tante altre operazioni così.

Ti sembra interessante?

Contattaci QUI, riceverai, ogni volta che escono, le nostre proposte d’investimento.

Ma immagino che tu abbia tante domande.

Per non perdere tempo, che potrebbe essere prezioso per cogliere subito le opportunità che si presenteranno (di solito vanno via in tempi rapidissimi), provo a risponderti a quelle che ci vengono fatte più spesso.

Chi siete?

Siamo una squadra di tre persone, con capacità e caratteristiche diverse, in modo da completarci a vicenda.
Oltre ad un gruppo di collaboratori in giro per l’Italia, con cui, oltre a cooperare nelle operazioni in loco, ci scambiamo esperienze, per crescere assieme.
Non dimentichiamo, inoltre il nostro Team di professionisti, che ci supporta in ogni problematica che si può incontrare.
Da problemi legali e contrattuali, a supporto tecnico del geometra, ad una squadra di ristrutturazioni che ci fa i lavori bene, in fretta e a prezzo concorrenziale.

Da quanto tempo operate?

Sono ormai 5 anni che facciamo questo come unico lavoro.

Quanto si può investire?

Normalmente le quote che proponiamo sono da 10.000 euro.
Ovviamente se ne possono prendere quante se ne vogliono, fino al raggiungimento del capitale necessario per la specifica operazione.
Consigliamo, comunque, di distribuire il capitale che si vuole investire su più operazioni, in modo da creare un giro di aperture/chiusure che eviti di rimanere bloccati se capita un’operazione interessante.

Quanto rende investire con voi? E in quanto tempo?

Ogni operazione è diversa.

Per questo mandiamo un Business Plan dettagliato in cui spieghiamo

  • il tipo di operazione,
  • il capitale necessario,
  • l’utile previsto,
  • i tempi previsti di rientro.

Non proponiamo operazioni che abbiamo un utile inferiore al 10% annuo.
Spesso di più.

I tempi variano dal tipo di operazione.

  • 2 o 3 mesi, per pratiche veloci, di solito stralci con acquirente già trovato.
  • 8 mesi per cessioni di compromesso e ristrutturazioni.
  • un anno, se acquistiamo all’asta, considerando che spesso dobbiamo liberare l’immobile.
  • 2 o 3 anni per operazioni particolari.

Ovviamente i rendimenti sono proporzionali alla durata.

Come si dividono gli utili dell’operazione?

Agli investitori va il 50% dell’utile.
Ovviamente in proporzione alla quota investita.

Contattaci QUI, riceverai, ogni volta che escono, le nostre proposte d’investimento.

Ma perché, se siete così bravi, non usate i vostri soldi, tenendovi tutto l’utile, invece di chiedere soldi in giro?

Questa è una delle domande che ci fanno più spesso e la risposta è molto semplice: Meglio il 100% di poco o il 50% di molto?
All’inizio, abbiamo perso alcuni affari (e ripensandoci ci mangiamo le mani ancora adesso), perché avevamo il capitale impegnato in un’altra operazione.
E ci siamo detti che questo non sarebbe mai più dovuto succedere.
Avendo tanti investitori, siamo tranquilli che, se troviamo un affare, possiamo sempre metterlo in piedi.
Usando solo il nostro, avremmo un limite al numero di operazioni che potremmo fare contemporaneamente.
E noi siamo allergici ai limiti!

Come viene formalizzata la mia partecipazione all’operazione?

Si fa un contratto tra le parti, in cui si definiscono l’operazione, il capitale investito, i tempi e l’utile previsti.
Visto che alcune persone non si sentono tutelati sulla validità di un semplice contratto, ti invito ad andare a vedere il Codice Civile, agli art. 1321 e seguenti.
Il contratto è un accordo tra le parti che, se non viene rispettato, può dare luogo a qualunque azione volta a far rispettare l’accordo. Ma non ha bisogno di forme particolari e strane come spesso pontificano legali e notai.
Normalmente usiamo due tipi di contratti:
associazione in partecipazione
mutuo tra soggetti privati
A seconda del tipo di operazione, proponiamo l’uno o l’altro.

Come vengono tassati gli utili?

Gli utili vanno inseriti in dichiarazione dei redditi, e pagano l’aliquota come rendita finanziaria.
Che ha appena ricevuto il regalo dal Governo, ed è aumentata in pochi anni dal 12,5% al 26%.

Che rischi corro?

Tenendo presente che ogni investimento ha una percentuale di rischio (chiedete a chi ha fatto investimenti “sicuri proposti dal dire

2 Comments

  • flo
    22/11/2015 - 18:42 | Permalink

    buonasera ,
    oltre a farvi i complimenti per la generosità che dimostrate dando tutte le informazioni e notizie sui vs 2 siti volevo porvi una domanda sugli utili derivanti dagli investimenti che proponete .
    A me risulta infatti che questo tipo di utili , dopo una recente legge del giugno scorso , siano tassati come redditi diversi con gli scaglioni irpef 23/27/38/41/43 per cento .
    Quindi diciamo che se una persona fa un lavoro impiegatizio è facile che l’utile su queste operazioni di stralcio verrà tassato al 38% e più .
    Grazie anticipate per la vs risposta .

    • S1 The Boss
      25/11/2015 - 17:14 | Permalink

      Buonasera Floriano.
      Facendo un’associazione in partecipazione, risulta una specie di “contributo lavorativo” quindi viene tassato con ritenuta d’acconto al 20%.

      Se no viene inserito in dichiarazione dei redditi come “reddito diverso” quindi con scaglione relativo.
      Ma questo da sempre.

      Visto però che siamo “operativi” degli stralci, ma non fiscalisti, in caso chieda al suo commercialista come fare per stare tranquillo.
      Come sempre in Italia si va ad interpretazione, quindi veda come si sente più tranquillo.