Monthly Archives: luglio 2011

Saldo & Stralcio

Saldo & Stralcio: La valutazione di un immobile

Stralciando, qual è il primo passo per fare uno stralcio?

E’ lo stesso per qualunque operazione immobiliare: devo sapere con la maggior precisione possibile a quanto andrò a vendere e in che tempo.

Si dice che l’affare si fa quando si compra, non quando si vende.
Sagge parole.
Ma come faccio a sapere se sto comprando bene?
Dipende da quanto è il valore a cui rivenderò.
Se è più alto di quanto l’ho pagato, più tutte le spese, più le imposte, allora ho guadagnato, tanto o poco.
Se ho sbagliato il prezzo di rivendita previsto, o non ho calcolato bene tutte le spese, allora è un guaio!

read more »

Stralci Quotidiani

Il pignoramento Immobiliare: cos’è?

Da qualche giorno i membri si confrontano quotidianamente per il grande boom che avverrà a settembre.

Volete formarvi con noi?

Oggi vediamo in cosa consiste il PIGNORAMENTO IMMOBILIARE o in semplici parole avere la casa pignorata.

E’ l’atto con cui si inizia l’espropriazione forzata che segue l’esistenza, e la notifica, di un titolo esecutivo e di un precetto.

Esiste il pignoramento di beni mobili, di beni immobili, dello stipendio e di un sacco di altre cose.

Il fatto è che nessuno te ne parla.

Quasi nessuno ti viene a dire: ehi, amico, lo sai che anche quando hai perso la casa non sei comunque a posto con i tuoi creditori?

Poi arriva Stralciando che ti fa presente la cosa e la quasi totalità degli esecutati sgrana gli occhi e ti dice: ma io non lo sapevo!!

Infatti, ci siamo qui noi per dirtelo, caro esecutato!

Però dai, non prendertela, ci sono dei validi modi per salvarti il didietro, noi qualcheduno lo conosciamo e tu? NO? NO?

Dai, te li possiamo dire noi.

Uno è che tu ci dia una bella delega per trattare con i creditori

Aste Mobiliari

Aste mobiliari: Vendi prima di comprare

L’altro giorno Stralciando è partita per avventurarsi nelle aste mobiliari in una zona sconosciuta al gruppo.

Esaminare i beni oggetto di asta, calcolare che sono alla sede dell’IVG e quindi con molta probabilità sarà un’asta molto molto seguita, capire cosa interessa e molti altri passaggi devono essere messi in conto prima di investire tempo e denaro in una qualsiasi attività.

Il nostro obiettivo era quello di portare a casa un risultato.

Chiaramente in €€€€€€€€€….. ci intendiamo????

Quindi partiamo con l’idea di acquistare un determinato bene.

Preventivamente abbiamo contattato un acquirente che avrebbe acquistato il bene da noi non avendo lui tempo e voglia di poter seguire una cosa simile.

Bene, partiamo e arriviamo alla sede dell’IVG.

Ci ritroviamo circa 200 persone essendoci una serie consecutiva di aste tutte con una base a offerta libera.

S1 “the boss” mi guarda con sguardo eloquente e capiamo immediatamente che avevamo due scelte: o perdere la mattinata o trasformarla in un’opportunità.

Decidiamo al volo la seconda opzione.

Iniziamo ad analizzare i lotti… magari qualcosa salta fuori.

Scoviamo un lotto di pittura per legno.

Offerta libera.

In quel momento ci viene in mente che abbiamo delle conoscenze in quel campo.
Proviamo a telefonare e facciamoci fare una valutazione al volo, dell’ultimo momento.

driiiiin
S: ciao, sono Stralciando, a quanto le vendi le latte di pittura?
A (amico): ma quante ne hai? io ne ho bisogno..
S: ne ho tante… a quanto me le acquisti?
A: 650 euro, dai, un pò meno di quanto le pagherei nel comprarle da un grossista
S: perfetto, ti chiamo dopo

Arriva il banditore a iniziano le aste.

Una delle prime è quella della latte.

Cavolo, con tutta questa gente come minimo si scannano per aggiudicarsi il lotto…

Partono le offerte e i primi siamo noi.

Un rilancio, 1 solo, e rilanciamo anche noi.

Per farla breve eravamo in due a contenderci il lotto.

Ce lo siamo aggiudicato a 200 €.

Lo abbiamo rivenduto immediatamente nella stessa giornata al nostro amico a 650 €.

Facciamo due calcoli sul ROI?

Chi è bravo in matematica?????

S2

Stralci Quotidiani

Vi presento i “ciaparat”

Bene bene… ieri è stata una ricca giornata impegnativa, abbiamo girato da una parte all’altra e parlato con un sacco di persone.

Stralciando sta valutando delle grandi opportunità e occasioni.

Una di queste consiste nell’ampliarsi.

Non abbiamo una politica aziendale fatta di: tutto quello che passa ingrassa.

Preferiamo selezionare.

La selezione è dovuta ad alcuni motivi specifici.

Prima di tutto ci vogliamo circondare di persone con un grande potenziale.

Dai, non mi aspetto che si sappia tutto ma che dentro brilli la rara stella della vera voglia di fare.

S3 si diverte a chiamare coloro che si riempiono la bocca di parole ma poi non combina nulla come Ciaparat.

Ciaparat è un termine tecnico, e specificissimo, per definire coloro che passano il tempo ad acchiappare topi con il retino da farfalle.

Sai quanti ce ne sono passati per le mani? Uff…..

Comunque, dicevo che l’ampliamento è nei piani della squadra.

Come la formazione.

Dobbiamo delegare, e per farlo ci servono persone in grado di svolgere questo compito in modo eccellente.
Ecco, almeno in modo eccellente. Meno non se ne parla neanche.

La parola chiave è problem solver.

Sono aperte le candidature, parola d’ordine: fantasia.

Vuoi fare parte del nostro colossale progetto?

S2

Stralci Quotidiani

Qualche confusione sulla ripartizione

Ne ho sentite di ogni tipo.

Qualche volta ho sentito anche gli avvocati che ne dicono di ogni tipo.

Vuoi stralciare un debito e accaparrarti l’immobile ad un prezzo fantastico.

Hai la delega, sai chi sono i creditori e i vari intervenuti e parti con la proposta di saldo e stralcio.

La risposta è picche. Dai, è la prima, sei partito basso, praticamente sotto terra e ci hai provato.

Eh, eh, quando inizi una trattativa con i creditori o sei preparato o te ne capita uno che qualcosa in più degli altri sa e che elegantemente ti fa notare che magari il primo ad acchiappare tutto è lui (per chiarezza, parli, solitamente, con gli avvocati ).

Se è una mail, va lì, va là, te la cavi facendo un paio di domande chiarificatrici a qualcuno che ci è già passato….

Io, modestamente, in questo campo sono un fenomeno.
Molto più rompiballe di S1 “the boss”.

Una volta un notaio per la disperazione e per riuscire a fare un atto mi ha dato il suo cellulare privato basta che mi togliessi dalla stanza. Eh eh, basta chiedere dicono!!

Se invece incappi in una telefonata di fuoco.. uhhh ragazzi, la prontezza di riflessi deve essere pari a quando ti ritrovi per “caso” l’esecutato sotto il naso… o sotto casa sua che dir si voglia.

In ogni caso con un creditore o con un esecutato – o candidato a divenir tale – stai compiendo una trattativa.

E di solito si tratta di una trattativa su più livelli.

Ognuno tira acqua al suo mulino.

Anche tu al tuo, ovvio.

Ma facciamo chiarezza un’attimo sulla ripartizione del ricavato dell’asta.

Per prima cosa vengono rimborsate le spese legali sostenute da chi ha fatto il pignoramento per avviare la procedura.

Di seguito si riempie la pancia chi ha l’ipoteca di primo grado, di solito la S.ra Banca con un’ipoteca volontaria per il mutuo.

Se avanza da mangiare si può far avanti chi ha ipoteche secondarie.

Le bricioline, se nessuno le ha già leccate tutte, se le spartiscono gli altri.

Chiaro?

No, di solito non è chiaro neanche per i Sig.ri forensi.

Non ti preoccupare, dopo un paio di trattative avrai le idee ancora più confuse.

Forse.

Ogni domanda è la benvenuta.

Stralci Quotidiani

Cena ufficiale!

Questa sera riunita a cena ci sarà tutta Stralciando.

Le donne del gruppo stanno provvedendo a trucco e parrucco: parrucchiera, estetista, manicure e vestito nuovo con scarpe dal tacco vertiginoso pronte.

Gli uomini provvedono anche loro al parrucchiere (per chi ha ancora capelli 😉 ) e smoking ritirato dalla lavanderia.

Siamo tutti in tiro e profumati, pronti ad un incontrarci e a confrontarci in un clima di serenità e allegria.

Beh, come non potrebbe essere diversamente dopo i fantastici eventi di oggi?

Sai, ci andavano proprio delle buone notizie.

Il cammino non è stato così semplice e lineare come si prevedeva ma finalmente abbiamo capito delle cose.

Abbiamo capito che è importante dire ehi, bravo! quando qualcuno si è impegnato e ha portato il suo contributo, grazie! quando ci si è dati una mano, scusa! quando ci si rende conto di non essersi comportati al meglio e forza! quando uno è giù.

Oggi è stato un momento davvero prezioso, abbiamo portato tutti a casa la fiducia.

Fiducia in noi stessi, nelle nostre capacità ed in ciò che siamo diventati.

Cosa siamo diventati?

Ehhhh, che domandona!!!!!!

Dai, per domani ho preparato un post tecnico, se vuoi saperne di più seguici.

S2 (Barbara)

Stralci Quotidiani

Ce l’abbiamo fatta anche noi… forse!

Questa sera proporrei un brindisi. Offro io. Champagne nei bicchieri di cristallo per tutti.

Stralciando da tempo era dubbiosa sul non funzionamento dei commenti.

– Ma possibile? borbotta S2, cioè io, che ammetto di essere la brontolona del gruppo.
– Ti dico che qualcosa non quadra! Si può risolvere! Si incaponisce S1 “the boss”, che oltre ad essere il boss è anche il più razionale in assoluto.
– State tranquilli! Nessun problema! Questo è S3, non un tipo calmo ma sicuramente poco tecnologico
– Ti dico che troviamo una risposta nel web! Asserisce WoW, il tecnologico esperto del web e delle sue infinite risorse
– Boh! La risposta flemmatica di “mezza S”, il cui motto è: meravigliarsi sempre, scomporsi mai.

Alla fine abbiamo capito cos’era successo ai commenti lasciati da voi su questo blog.

Questa sera mi sbilancio e vi confesso che nonostante il periodo un pò articolato mi avete fatto uscire una mezza lacrimuccia.

Appaio come la temeraria delle situazioni io, sono quella che si butta nei contatti a freddo e che non si ferma davanti a portoni chiusi o sonori NON APRO, CHI AZZ SEI?

Diciamo che sono anche quella che ha il cuore più tenero che si taglia con un grissino…. no, aspetta, quello era il tonno?!

Beh, comunque a parte i misteri che si risolvono dopo SOLO 2 mesi di post non commentati, ti voglio raccontare cosa è successo ieri. Ieri é stata una giornata lucrosa.

Una telefonata mi coglie del tutto impreparata anche perchè non arriva sul numero aziendale ma sul mio privato.

S2: pronto
A (amica): ciao S2, che piacere conoscerti via telefono, come stai? sono la tua amica…
S2: ciao carissima, sono davvero felice di sentirti! Cosa mi racconti di bello?
A: penso di avere una cosa davvero bella per te da raccontarti, puoi aiutare un mio amico?

EEEEEE sì, ecco una delega servita sul piatto d’argento.

Chiaramente non so ancora nulla del presunto amico, quindi indago sulla situazione.

Scopro che l’immobile è davvero bello e il luogo dove è situato è STREPITOSO, parole di S3, lui conosce meglio di tutti il mercato.

Beh, che dire?

Vi terrò informati sugli sviluppi, intanto mi preparo per la giornata di domani, ricca di appuntamenti curiosi e testimone della cena aziendale.

A domani (forse), S2!!

Stralci Quotidiani

Ma stiamo scherzando?

La legge di attrazione funziona.

Anche oggi ne ho avuto la prova.

Beh, dai, per cose non di un certo peso ma comunque mi ha aiutato. Il giro turistico odierno è stato allietato da una specie di diluvio con uragano annesso che ha mantenuto la temperatura a livelli accettabili.

Peccato solo che io e S1 “the boss” siamo stati costretti a rifugiarci a casa di WoW ….. o lì o con una canoa, voi che avreste scelto?

Beh, comunque è stata davvero una giornata curiosa.

Wow, che è pieno di idee e di ottime intenzioni ha preso degli appuntamenti per la giornata.

In ordine cronologico:

1) WoW: ciao agente della vecchia e stanca città, allora adesso che ci siamo parlati per bene al telefono e mi hai detto che hai delle fantastiche operazioni, facci pure vedere!
A: ……. ah si, ho questa casa che è all’asta…
WoW: all’asta? ma se guardo il sito delle aste tutti i giorni… non ci hai fatto correre fino qui solo per questo, vero????
A: beh, veramente si…. sai faccio l’agente solo da pochi mesi….
??????????????????????????????? mah…..

2) WoW: bene, Agente allora, di che Stralcio stiamo parlando?
A2: è uno stralcio difficile, il debito è alle stelle, comunque voi stralciate?

Bene, per lo meno questo sa di cosa stiamo parlando.

Ottimo un passo avanti notevole, ancora un appuntamento e facciamo bingo.

3)WoW (ormai provato dalla fatica): ciao agente, come da accordi telefonici ci dovevi far vedere delle cose a stralcio, giusto?
A3: a stralcio? e cos’è? si mangia? ma perchè siete qui, cosa cercate? una casa?
WoW: non ho parlato con te giusto? era un’altra persona mi dici se c’è?
A3: ma no, dimmi a me, che io me ne intendo e so cosa volete… (è un po’ difficile saperlo visto che tu non ce l’hai chiesto, caro agente, e noi non te lo abbiamo detto!!!!!!!!)
WoW: si, però il tuo socio ha detto che ci doveva passare delle operazioni a saldo & stralcio.. non si può proprio chiamare?
A3: si si… Cammmelooooooooo vieni….. ma voi per che data lo volevate?
(che razza di domanda è?????????)

E così anche WoW si forma, scopre il mondo della gente che ha sbagliato mestiere e che era meglio che facesse altro nella vita.

Noi di Stralciando abbiamo spalle larghe, gestiamo esecutati impazziti, professionisti incompetenti e gente che fa perdere un sacco di tempo.

Fa tutto parte del gioco. Per lo meno all’inizio. Ma è solo giocando che si impara!

S2

Stralci Quotidiani

Qualche risposta!

Come promesso vi scrivo anche stasera, sono una donna che mantiene la parola!

A proposito delle aste, dicevo che molti si recano a partecipare a qualcuna senza avere la minima idea di come si facciano e a cosa si va incontro.

Innanzi tutto, se aprite il sito delle aste nella prima pagina, ci sono le regole del gioco: i rilanci minimi, a chi intestare l’assegno per partecipare ecc….

L’informazione fa la differenza tra chi fa un’asta vincente e chi la fa tanto perchè PARE che sia a buon prezzo.

Ci sono poi un sacco di spese che bisogna sapere di dover sostenere: l’imposta di registro, le spese di cancellazione, che nel tribunale della grande città sono a carico dell’aggiudicatario, condominio arretrato, il precetto, se serve…. vi sembrano poche??? beh, non lo sono, influiscono notevolmente sull’importo finale che sganciate.

I tempio di sgombero dell’immobile quali sono?

Eh, che bella domanda!

Non esiste una giusta risposta, bisogna anche qui sapere cosa fare.

Innanzi tutto serve il decreto di trasferimento, che viene rilasciato dopo 3/4 mesi dal saldo dell’immobile.

Il passaggio dopo è il trasferimento con il precetto, a cui seguono le visite con l’ufficiale giudiziario.

E quante sono? Dipende. Dopo la terza, quarta visita si arriva a coinvolgere la forza pubblica.

Chi lo sapeva?

Se vi doveste trovare nei panni di un nuovo proprietario di casa vi piacerebbe dovervi districare in questo labirinto?

A me no.

W l’informazione.

Data l’ora, e la quantità di burocratese, vi saluto… ma cos’è quel punto interrogativo sulla vostra testa?

S2

Stralci Quotidiani

Le domande

Sai qual’è una delle cose che mi piace fare? (oltre a stralciare, si intende)

E’ scrivere.

Anni fa mi contattò un giornale per propormi una collaborazione.
Fu una bella soddisfazione.

Adesso le cose sono differenti.
Ma la scrittura mi ha sempre affascinato.

Con il tempo ne feci anche una forma di guadagno quando le situazioni non erano favorevoli.
Questa però è un’altra storia. Chissà, mi viene adesso in mente che ne potrei fare un post..

Oggi sai dove siamo stati?
In un posto fighissimo, ogni volta che ci vado mi prudono le mani per la tentazione di non farmi i fatti miei…

L’istituto vendite giudiziario della grande città è un posto che fa scalpitare i piedi e muovere tutte le sinapsi.

Se ci passi una mezz’ora del tuo tempo scopri un sacco di cose interessanti sulle persone.
Ed in particolare sulle persone che si improvvisano compratori di immobili all’asta.

Oggi ci precedevano una Signora con il figliuolo che innocentemente ha fatto questa domanda: Mi scusi ma quanto tempo ci vuole prima che la forza pubblica intervenga per liberare l’immobile nel caso gli attuali occupanti non intendano andarsene di loro spontanea volontà?

S1 “the boss”, che ormai mi conosce bene, ma davvero bene, mi ha acchiappato per un braccio prima che riuscissi a saltare in piedi e rispondere io a questa domanda.

Azz… ma sei sicura, signora, che vuoi comprare all’asta?
Io proporrei una bella consulenza con Stralciando su come acquistare e non prendersela in quel posto, poi vedi tu cara signora Maria.

Altro punto dolente.

Arriva un signore con una bella domanda per un’asta che candidamente consegna la busta alla gentile (lo so, è strano ma giuro che è davvero gentile, anzi gentilissima) signorina che controlla e verifica che la marca da bollo era sbagliata di poco meno di un euro.

Bisogna fare un’integrazione, spiega candidamente.

Io ero persa nel non farmi i fatti miei ascoltando l’impiegata ed intanto S1 “the boss” continuava a scartabellare un fascicolo.

S2, guarda! hai visto chi è intervenuto?
Ma no, S1 “the boss”, sono concentrata su altro, guarda tu.

Nel frattempo il Signore esce, si reca in una tabaccheria e torna, fa di nuovo la coda e quando tocca a lui: va bene l’integrazione? dell’importo esatto non esisteva e me ne hanno dato uno di importo superiore!
No, no, non va bene, chiedo a chi di dovere………………..
Mi dispiace deve comprare un’altra marca da bollo del giusto importo.
Ma come si fa a sapere qual’è il giusto importo?
Come faccio a sapere i passaggi giusti da fare?

Che belle domande!

Provate a rispondere a qualcuna, stasera vi fornirò le risposte.

Fate lavorare i neuroni.

Dai, a dopo.
S2